Maghetta Streghetta e Pan di Stelle augurano Buon Natale tra cartoline, alberi, sogni e stelle


Faccio fatica a crederci nonostante mi sia presa a sberle svariate volte.   E pare che io sia sveglia ( si fa per dire) davvero. Nonostante ticchetti facendo svariate prove santobiscottino rimane tutto lì!  Maghetta Streghetta, Biscottino e Nano da Giardino con cappello pois a punta Non scompaiono! Rimangono!

Su cosa sto vaneggiando? Sul Natale organizzato da Pan di Stelle. No dico. Pan di Stelle*continuando  a prendersi a sberle.

Pan di Stelle ha preparato un’ App per Facebook (gratuita non c’é neanche bisogno di dirlo giusto?) che definire dolce e sognante è riduttivo. Hai la possibilità di costruire un albero di Natale virtuale con tanto di decorazioni speciali, stelle e lucette e scrivere messaggi di auguri. Comporre cartoline che possono raggiungere gli affetti lontani e non e personalizzare il tutto con il tuo bellissimo facciotto  magari imbacuccandoti e travestendoti  da Babbo Natale .

Cosa c’entro io e Maghetta Streghetta? *sviene di nuovo senza smettere di prendersi  a sberle.

Ci sono tre sfondi diversi per il tuo Albero ( anzi no. Per  i tuoi Alberi perché ce ne sono molti più di uno a disposizione ) e tre cartoline.

Chi ha l’onore di avere uno sfondo e una cartolina con un suo pasticcio?

Ahem.

Ahem.

Ahem*prendendosi a schiaffi più forte.

Ebbene sì. Maghetta Streghetta con un Babbetto di Natale tutto imbacuccato dove potrai  mettere il tuo  adorabile facciotto è lì pronta per farsi fotografare con te ( a questo punto devi  fingere entusiasmo) insieme a Biscottino che in maniera pericolante ( attento!) addobba l’albero.

Stessa cosa per la cartolina dove compare pure il Nanetto con il cappello a pois e un bel pacchetto di biscotti ( vuoto perché Maghetta e il Nano ne hanno mangiato solo ventiduemila chili). Potrai inserire   il testo che  preferisci e inviarla  a tutti i contatti di Facebook personalizzando di volta in volta ( agli antipatici potrai scrivere una bella pernacchia del tipo: prrrrrrrrrrr)

Insomma un’Applicazione bellissima, personalizzabile e sognante che ti  farà fare davvero un figurone per degli auguri di Natale davvero Speciali.

Io ormai non so più davvero come ringraziare tutto il Team Pan di Stelle che,   oltre ad avermi dato questa grande opportunità di visibilità e fiducia per una campagna natalizia di tale portata,  ha confermato una delicatezza fuori dal comune vista la mia situazione personale particolare portando davvero molta pazienza tra ritardi e mancanze in cui purtroppo mi sono affossata inesorabilmente.

Io li amo . Uno ad uno.

E’ davvero pazzesco per me entrare nelle case di tutti gli italiani ( la sindrome di Lorella Cuccarini si è impossessata di me?) tra  lucette di Natale, parole di amore e auguri di sogni e speranze.

Pensare di avere questa grande possibilità visiva è qualcosa che va oltre, davvero oltre, i miei sogni più grandi e irrealizzabili.

Se vi fa piacere quindi avere la vostra cartolina con Maghetta, Biscottino e Nano dovete solo cliccare qui :  https://apps.facebook.com/natalepds/?app_data=e30=

Sarei felicissima se aveste voglia di mandarmi (privatamente, qui, su Facebook, ovunque voi vogliate ) anche voi la vostra cartolina nel caso sceglieste la mia (ma anche le altre eh! Sono bellissime quelle con i paper toy !) . Mi piacerebbe raccoglierle tutte e conservarle come si fa con le cose importanti.

Perché questo siete voi per me.

Importanti.

E insomma che si accendano le luci , le stelle, i sogni e soprattutto le speranze.

Vi aspetto.

  [Continua a leggere...]

L’alberello Natalizio di Cupcake


Queste palline credo di averle fatte ormai più di dodici-tredici anni fa. Sono piccoli globi di polistirolo ricoperti di perline, di quelle classiche in commercio facilmente reperibili in merceria per fare braccialetti-anellini-bijoux (chi non ha aperto bancarelle tra amici e parenti nell’età adolescenziale e post, alzi la mano e si becchi la pernacchia! Inconcepibile! Fallo adesso!). E dove si attaccano le perline? Sul polistirolo? Eh no.

Sulla cera tedesca per candele. Ebbene sì. Ormai più di un decennio fa ho scoperto questa deliziosa cera venduta in panetto della stessa consistenza di quella usata per la realizzazione delle candele. Con il calore delle mani, come fosse fimo-plastilina-quellarobalì, si lavora e plasma. Può ricoprire le più disparate superfici (pure il piano cottura e la nonna se vogliamo darle una rimodernata natalizia) e si presta benissimo all’inserimento di fesserie gioiellose come le perline.

Con questa cera tedesca ho fatto qualcosa come 392490324203492304903249230492304923049 candele. Parenti, amici, passanti, sconosciuti e chiunque mi capitasse a tiro riceveva queste candele. Non sapevo più come smaltirle.

[Continua a leggere...]

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 9.525 follower