L’alberello Natalizio di Cupcake


Queste palline credo di averle fatte ormai più di dodici-tredici anni fa. Sono piccoli globi di polistirolo ricoperti di perline, di quelle classiche in commercio facilmente reperibili in merceria per fare braccialetti-anellini-bijoux (chi non ha aperto bancarelle tra amici e parenti nell’età adolescenziale e post, alzi la mano e si becchi la pernacchia! Inconcepibile! Fallo adesso!). E dove si attaccano le perline? Sul polistirolo? Eh no.

Sulla cera tedesca per candele. Ebbene sì. Ormai più di un decennio fa ho scoperto questa deliziosa cera venduta in panetto della stessa consistenza di quella usata per la realizzazione delle candele. Con il calore delle mani, come fosse fimo-plastilina-quellarobalì, si lavora e plasma. Può ricoprire le più disparate superfici (pure il piano cottura e la nonna se vogliamo darle una rimodernata natalizia) e si presta benissimo all’inserimento di fesserie gioiellose come le perline.

Con questa cera tedesca ho fatto qualcosa come 392490324203492304903249230492304923049 candele. Parenti, amici, passanti, sconosciuti e chiunque mi capitasse a tiro riceveva queste candele. Non sapevo più come smaltirle.

Lo stesso periodo che mi vedeva impegnata nella vera e propria realizzazione delle candele. Avevo comprato le formine, la cera e quella speciale in gel per comporre vasetti trasparenti con ghiaia, sabbia, ciottolini, sassolini, pescetti di vetro e solo il cielo sa cosa. Ho infilato bomboniere, ornitorinchi, pezzi di Capo di Monte, qualsiasi oggetto assurdo trovassi in casa. Per poi ricoprirlo con la cera in gel. Credo che in molti mostrino orgogliosi nelle loro case le mie stratosferiche schifezze. Perché l’assurdità della mia vita è che mi hanno sempre tutti (molto) incoraggiata.

In cuor mio spero che tirino  fuori gli obbrobri solo nelle occasioni in cui sono nelle vicinanze. Che non convivano davvero con questi oggetti surreali partoriti in momenti di creatività pericolosa.

Le palline natalizie le posso annoverare tra le pochissime cose orrende con brio ma ancora sopportabili (a stento) visivamente. Mamma le custodisce come reliquie e Sacro Graal. A me non rimane che scuotere la testa e mettere tutti insieme i pezzi della mia sconfinata passione per l’inutilità.


Qui tra bufere, nani rotti, piatti spaccati, acqua dal tetto, spifferi di freddo e gazebi volati e finiti nella migliore delle ipotesi sopra la piramide di Giza, continuo e sopravvivo sommersa di lavoro e piena di ritardi che non riuscirò a tamponare.

Già avrei dovuto fare diversi comunicati, festeggiare con voi per l’avvento di novità, dare delle anticipazioni, organizzare giveaway e ballare pure la samba. Avrei dovuto pure scrivervi e. Ringraziarvi. E.

Continuo a ricevere privatamente centinaia (centinaia. Sono realmente sconvolta) di lettere. Molto private. Intime. Bellissime. Profonde. Ogni riga ha una storia e un mondo.

Assisto inerme senza poter comunicare. Non per volontà, lo giuro. Fluttuo in questo infinito di ricordi, palle ricoperte di cera tedesca e un albero che ancora non c’è. Per assurdo c’è stato un albero di Natale a Novembre. Mascherine di Carnevale a Settembre e Uova di Pasqua ad Agosto.

Un albero per il mio compleanno ancora non c’è. E se vorrei da una parte avervi qui per farlo tutti insieme. Dall’altro rimango sospesa in questo alberello di cupcake virtuali. Un po’ strambo. Surreale. Stanco di essere conformista ma con la voglia di esserlo.

Non so dove sarò il 12.12.12 alle 12.12. Non lo so più. Come non so se ci sarà un albero. Ma so che ci sarete voi.

Sino ad ora la mia unica certezza. Ed allora non posso che annuire e ripetermi fortemente e insistentemente che sì.

Sono fortunata. E non devo dimenticarlo.

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=4zSDKPhCucU

Se si possiede questo reggi-cupcake (suppongo si possa chiamare così. Uhm…) potrebbe essere carina l’idea di adornarlo come fosse un alberello mangiabile no? (mentitemi).

Non ho perso tempo, lo confesso, a decorare. Non per pigrizia ma per assenza di tempo. Nell’indice e archivio qui se ne trovano di tutti i colori e gusti per quanto riguarda le variazioni e composizioni dei cupcake. Vi lascio qualche link ?

Ci sono anche diversi VideoPost che mi vedono abilmente rincitrullita mentre decoro e preparo. Uno su tutti lo trovate cliccando qui >>>>

http://www.gikitchen.net/2011/dicembre/post1/cupcakecioccovaniglia_11.jpg

Questo, ricordo, era particolarmente piaciuto a Max (clicca qui per la ricetta) quindi direi di cominciare a rispolverare visivamente da qui.

Che sia una giornata positiva per tutti voi. Nonostante abbia una mole ingente di roba lavorativa da smaltire spero proprio di poter cominciare a scrivervi. Ho molti abbracci arretrati e mi mancano.

Mi mancano tanto.

About these ads

31 thoughts on “L’alberello Natalizio di Cupcake

  1. Approvo in pieno la scelta di Max, bellissimi i piedini. E certo, un abbraccio immenso (e sono tanta. ma proprio tanta. nei miei abbracci ci si sta comodi)

  2. Ci sarà tempo per ogni cosa… e il pensiero e l’affetto non hanno bisogno di troppe parole. Ci siamo. E non c’è bisogno di ringraziare nè di aggiungere altro. Abbracci fortissimi e baci dolcissimi!

  3. “Che non convivano davvero con questi oggetti surreali partoriti in momenti
    di creatività pericolosa.”

    tu sei fatta di creatività pericolosa. ma pericolosa nel senso che ne hai talmente tanta che quasi fa paura. non credo sia difficile conviverci, anzi.

    prenditi il tuo tempo, fai le tue cose, un passo per volta.
    noi siamo qui.
    non è che poi andiamo via ehhhhh te piacerebbe u.u

  4. Oh sì me lo ricordo, il babbo natale a testa in giù… mi ricordo che avevo pensato a uno degli slogan che urlavo ai cortei quando ero un giuovine scapigliato, più di 35 anni fa… “Ci-pia-ce-dipiù-BabboNataleatestaingiù!”. Solo che allora era Almirante… o Andreotti, o Forlani, o Cossiga… Vabbè. Vecchio e nostalgico. :)

  5. Mi piace leggerti perchè in te c’è sempre dolcezza ma nel contempo una forza immensa :-)
    Ti abbraccio forte….

  6. Le ho fatte anche io le palline di Natale!! Ma taaaante eh! Mica una o due….
    E anche ghirlande, stelline, campanelle, candele ed angioletti. Insomma, tutto il possibile.
    Per l’impossibile mi sto attrezzando ;-)
    Piesse : Sempre un abbraccio a te. Sempre.

  7. iaiuz ma mica ti vorrai preoccupare davvero di ringraziarci tutti? siamo noi che ringraziamo te! tu concentrati sulle cose più imminenti okkei???
    certo qualche anticipazione e comunicato però non ci farebbe mica schifo eh! (io continuo ad essere super curiosa)
    ti abbraccio come sempre
    (qui c’è un tipo bassetto che il 21-12 farà una specie di recita all’asilo, altro che Maya! io il 21-12 morirò in un mare di lacrime e di commozione!)

    • I Maya vedranno di aspettare…anche Frugolino il 23 ha la prima… presepe vivente nel centro di Rimini… se ti restano un po’ di fazzolettini conservali per me!!!

  8. oh…a parte che io quasi ogni giorno alle 12.12 sono in palestra e non posso manco provarci a salire sul podio…ma dico,..ma possibile che hai queste palline da 12/13 anni????????????? allora non sono la sola che conserva tutto per bene e dopo 20 anni ha ancora magliette ad esempio???? eheheheh
    il tuo albero si cupcake sul reggi cupcake è bellissimo! e basta! l’udienza è tolta!
    e ti amo

  9. He especially enjoys one that is loaded with veggies.
    Sprinkle the top with Italian seasonings for garnish and
    additional flavor. You should have a persistence of cooling of the pizza stone.

  10. Chicago pizza is usually meaty (some variants come
    stuffed with cheeses and meat layers) and it is eaten with a knife and fork.
    When you are baking bread, you can raise the bread dough in the
    cold oven and then just turn on the oven to the correct temperature once the
    bread is raised. It also contains asorbic acid,
    beet powder, dry yeast, defatted soy flour,
    malic acid, monocalcium phosphate, modified corn starch, natural flavors,
    rehydrated enzyme modified cheese, sodium bicarbonate, sorbitan monstearate, and xanthan gum.

Dimmene 4 ! ( ma anche 12)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...