Colombine senza glutine allo yogurt e cedro candito


A breve verrà pubblicata la mia prima (e sicuramente ultima) tremenda esperienza con la preparazione della Colomba Pasquale. La mia prima volta. Il mio primo stampo. E. Dura come le pietre. Roba che i muratori volevano adoperarla per buttare giù il muro. Su Facebook, twitter, instagram, enonsolonemmenoio mi hanno spacciato diverse versioni (oh ce ne fosse una che si somiglia!). Lasciamo perdere le versioni da grandi chef (guardo quella di Montersino e sospiro. Rileggo quella di Santin e rido istericamente. Cracco per fortuna non ha postato una ricetta sulla Colomba perché si sarebbe beccato a prescindere la classica sonora pernacchia di default. Ma ne ho una versione della Messeri che non è un segreto amo visceralmente e al momento pare essere la più papabile. Inciso? Il Papa mi piace e sogno di fare patate alla savoiarda in suo onore considerato che quando era piccolo cucinava patate e le sue origini odorano di casa, neh).

Fatto sta che queste non sono chiaramente delle colombine vere ma un’ottima alternativa per chi la Pasqua la farà gluten free. Non importa per quale ragione perché a ben vedere le star di olllivvud dicheno (dicheno non è un errore di battitura eh) che senza glutine la pelle si mantiene giuivine, frizzante e bellissima. Io e Bianca insomma siamo destinate a fare il remake de La morte ti fa bella perché tra centosettanticinque anni saremo dureghezzine alla faccia vostra (sto chiaramente delirando. Ma a ben guardare io con il glutine non mangio nulla. Staaavvvedere che ho anche una malattia immaginaria e non me ne sono resa conto. Sono proprio imbattibile con le idiozie, vero? Ma che fa un premio internazionale lo vinco entro l’anno, no?).

Per dire insomma che non sono veramente colombe ma sono colombe. Che non sono veramente celiaca ma se Katie Holmes magna broccoli e non ingurgita glutine, chi siamo io e Francy per non abbuffarci di broccoli e soprattutto (dove voglio andare a parare? ): perché mai qui in un food blog che non è un food blog di una che tutti pensano che sappia cucinare ma non sa cucinare non si dovrebbe fare una colomba che non è una colomba?

La cosa che mi preoccupa di più è sapere che voi mi leggete. Ma come fate? Io dopo due righe ho un’emicrania feroce. Al Nippotorinese dite di arare l’Alaska (se ci fossero campi in Alaska intendo) ma non ditegli mai di leggermi.

E’ una punizione paragonabile a guardare una puntata di Centovetrine. In prima serata. Due ore di fila senza pubblicità (uhhhh quando ero giuovane e spensierata e Anita era la figlia di Ettore Ferri la seguivo. Solo per urlare “palazzomadamaaaaaaaaaaa” quando la inquadravano in esterna).

Ma insomma per dire che oggi è Venerdì e secondo il Calendario Maghettoso è giorno di dolce. E dolce sia. E non ce ne importa un coniglio imbalsamato a noi se non è una vera Colomba! Anzi a ben guardare non dobbiamo avere neanche la formina. Facciamola a forma di Albero di Natale! Di Cipresso! Ribelliamoci a tutto questo (fermatemi).

E insomma. Ricettina velocissima provata svariate volte. Di consistenza perfetta. Si presta a moltissime declinazioni e per Pasqua è un’idea carina da proporre, fermo restando che di Colombine speciali qui se ne sono fatte parecchie e subito sotto faccio miniminimini Riassunto.

(e ora vado a svuotare le dodicimilatonnellate di uova. Fino ad adesso le ho dovute pulire. Santocielomaquantapupufannolegalline?)

La Ricetta delle ColombechenonsonoColombe ma sembrano Colombe

Per 10 colombine (ma dipende chiaramente dalla grandezza. Indicativamente per 6 persone che mangiano con piacere):

320 grammi di mix di farine senza glutine (di quelle che si trovano già pronte in commercio)

280 grammi di zucchero di canna

100 grammi  di olio extra vergine d’oliva

3 uova

2 vasetti di yogurt magro bianco naturale non zuccherato (120-125 grammi a vasetto circa)

1 bustina intera di lievito per dolci (16-18 grammi)

3 cucchiai di cedro candito facilmente reperibile in commercio (altrimenti gocce di cioccolato perché no? Quello di Pastiglie Leone al 55% senza glutine – ma anche al 70% è perfetto)

Il forno deve essere caldo a 180. Gli ingredienti vanno lavorati in un robot da cucina (anche il bimby sì) o altrimenti semplicemente con uno sbattitore elettrico senza averne particolare cura e senza seguire dei passaggi predefiniti. Basta poi suddividere l’impasto nelle formine che vanno oliate e infarinate qualora non fossero di silicone come le mie e cotte per 30 minuti circa. Controlla sempre con lo stecchino. Se esce asciutto tira via.

Queste colombine possono essere anche arricchite da qualche cucchiaiata di ricotta fresca magari sostituita per metà con yogurt. La consistenza cambierà e il gusto sarà più corposo. Potrebbero anche essere servite con le mandorle (non pelate, come da tradizione Pasquale nella classica colomba) e adornate di zuccherini.

 

Altre Colombe? Certo!

Habemus Altrem Colombem

Colombe al tè matcha

Colombe light 

Colombine pasquali mignon mignon 

Colombine senza latte ( vegane) al cioccolato 

About these ads

Commenti

  1. COSA STAI FACENDO AL TEMPLATE? FERMATE EH CHE TE ROMPO IL CSS.

  2. ah no ok :D non si caricavano delle parti ahaha. scherzaaaaavo

  3. <3

    • <3

      • Eccomi. Dicevo. No, di cento vetrine non so nulla, giuro. Ma quando migrano da una soap all’altra è il delirio, ma quello sempre, cioè per me Terence Hill è un bulletto redento che si è fatto prete, qualunque cosa farà nel resto della propria vita. E poi, di che parliamo. Che Bruce Willis c’aveva i capelli ed era brutto in quel film, poi ha perso i capelli ed è diventato Figo, o solo io ho un debole per i pelati o gli uomini hanno culo. Vabbeh, che gli uomini abbiano culo è scontato.

  4. 1) nel remake de “la morte ti fa bella” vi ci vedo moltissimo. chi delle due fa la streep con la testa al contrario e chi Goldie col buco al centro? lo amavo quel film trashissimo e non nego di volerlo rivedere °__°
    2) perchè non fare una colomba che non è una colomba? perchè non fare un coniglio che non è un coniglio ma un’anaconda, ad esempio? boh. io proprio non.
    3) voglio coltivare i campi in alaska con il nippo
    4) quando Anita era la figlia di Ettore ed è morta in una baita io ho sofferto molto. era anche quando Morgan aveva rapito Phoebe e le aveva messo una parrucca rossa. ero attentissima in quel periodo. oserei pure dire che c’era pure Tina Cipollari sul trono °___°

    • però Anita era cattiva e voleva male ad Elena, che era buona….un po’ suora ma buona. P.S. Morgan il cantante? e Phoebe quella di Streghe che poi, forse, era Brenda di Beverly Hills?

      • uahahahahah oddio mi piscio °__°
        no Morgan di biutifulllll quella pazzaaaaahhhh (era tutto a quell’ora no? c’era Biutiful – Centovetrine – Uomini e donne. la tripletta del male.)
        Brenda era Prue! evabbè ma le basiiiii le basiiiii.
        ma io parlavo di fibi figlia di riggg e mmm teilor? bruc? stefani? sallispectra? non lo so va bè. rig e una a caso :D

        • ;Manco.lo so. Anche perchè-lo ammetto e picchiami-non guardavo Bbbbiutiful ma Quando si Ama e Anche i ricchi piangono. Ma tu sei ggggiuvane :-)

  5. Un paio di note di servizio.
    1. Secondo me il Nippo ti legge avidamente.
    2. Secondo me dovresti sbarazzarti della bionda come consulente informatico.
    3. Le colombe non colombe sono perfette in un foodblogghe non foodblogghe
    4. Io riesco a seguirti perfettamente (sono matto come un cavallo si sa)

  6. Anche io guardavo Centovetrine quando c’erano Anita-Elena e Giuliano (no, forse era Kiss Me Licia quello con Giuliano) e anche io urlavo PalazzoNuovooooooooooooo…anzi, un sabato ero all’Università per un seminario di diritto penale e incrociai nei corridoi Federico (il figlio di Laura e il fratello di Francesca..do you remember?).Felice così in vita mia lo fui solo quando Faletti (che abita di fronte a dove ho lo studio) venne dall’avvocato da cui facevo allora pratica e gli feci firmare “Io uccido” (vabbè: sul fatto che non lo avevo riconosciuto e lo stavo cacciando via credendo che fosse uno dei lavoratori di un’azienda di cui stavamo curando il fallimento che venivano a reclamare il Tfr, sorvolo). Comunque si diceva. Chedavero la Holmes mangia broccoli???’nvedi tu quanto siamo avanti noi??? <3 E cmq anche io ho tutte le malattie "immaginarie", fidati. E ovviamente ho creduto di essere celiaca…ergo..Mi sa che mi devo informare. non è che ci hanno separate alla nascita??????

  7. Anch’io leggo sospirando la ricetta della colomba di Montersino (inchino)… poi però ne faccio una alternativa, che ha lo stesso procedimento di una torta, ma che, come sapore ci si avvicina tantissimo. e tutti sono contenti comunque. Anche se la faccio nello stampo a cuore! ;-) Ho “tramandato” la ricetta a Titti, che può testimoniare!!! Bacetti stellina, mi sto documentando sugli shirataki, mi hai aperto un mondo! <3<3<3<3<3<3

  8. centovetrine?
    Mah…voi guardate un sacco di trasmissioni che io…io mi sento tanto fuori. Come una colomba.

  9. Si! Infatti è venerdì, yeeahh! Vi bacio tuttitutti velocemente e corro alla stazione a prendere quel gran pezzo di gnocco del mio Lemm. “Che gran pezzo di gnocco” l’ho aggiunto per compiacerlo, si sa. Ma. Vado eh. Corro! Ciaaaaooo..

  10. 38.5 di febbre-
    morirò.
    vi ho amato.
    digito dal letto.
    sto morendo.
    addio.
    portate avanti il progetto nanodagiardino

  11. anfatti non avevo commentato. quindi passo di qui e ti abbraccio. magari riesco a portarmi via un po’ di virussssssss.

Trackback

Dimmene 4 ! ( ma anche 12)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 9.524 follower