Un Brunch HalloweeNatalizio


  • Ceci con cumino e limone
  • Broccoli “affogati” al forno con cipolla
  • Lenticchie lesse con carota
  • Wakame con avocado, lime, salsa di soia e sesamo
  • Pisellini al Wasabi
  • Primavera di Fernanda con fave, carciofi e piselli
  • Broccoli Bolliti
  • Peperoni arrostiti con limone
  • Pomodorini Secchi
  • Melanzane grigliate
  • Zucchine grigliate
  • Sushi vegano con carote, tofu, avocado e seitan
  • Datteri morbidi
  • Granita Siciliana ai fichi, pistacchio, basilico, mandorla e cioccolato


Ombrella è stata qui per un lungo week end. Solo in teoria lungo perché per me sarebbe stato corto pure un anno intero con lei. E’ appena andata via. Abbiamo finto che si stia solo ritoccando la cipria in bagno nella depandance e che tra poco risalirà per decidere insieme se mangeremo wakame avocado e salsa di soia con lime o shirataki con avocado. O entrambi perché una fame sana si è scatenata. Fortuna che abbiamo entrambe tanta fantasia perché immaginarla mentre si ritocca la cipria è qualcosa che va ben oltre la fantascienza.   Tra poco gli Ombromini perlustreranno il cielo che divide Catania Roma e si prenderanno cura delle nuvole. Le sposteranno un po’. Faranno cadere Le Pupille sulla terra lavica, che a detta di Ombretta è esattamente l’habitat giusto per loro. Potrei esserne forse più felice?

Sono stati giorni intensi fatti di  matita, sogni e progetti. Dopo un anno che ne parliamo siamo riuscite a rinchiuderci per un po’ insieme e far esplodere quello che abbiamo accumulato visivamente.

Mi sono sempre confrontata con me stessa in modo sadico e cattivo. Ho sempre avuto a che ridire su quello che dico, faccio e soprattutto su quello che sono e come sono allo specchio. Non mi ero però mai trovata in un luogo che mi desse la possibilità di  vedere la parte bella di me. Così. Davanti. Potendola toccare, osservare e studiare. Credevo non ne esistesse la possibilità. Da Giovedì fino a qualche ora fa invece mi è stato concesso di farlo. L’una lo specchio dell’altra abbiamo riscoperto -che vestirsi solo di nero, non mangiare animali, esaltarsi per due castagne bollite, saltellare per ventiquattro matite, essere felici di scoprire che il concentrato di cavolo non è amaro- non fa parte della nostra solitudine ma di una sorprendente comunione. Non siamo sole. C’è troppo e tanto e quasi tutto per noi però ecco io vorrei cominciare dal mio personale Benvenuto a Ombrella per il Brunch del Giovedì scorso. Non poteva che essere in una terra di mezzo dove è sempre Halloween e Natale. Tutto rigorosamente vegano ma non per questo noioso ( anche Nanda ha partecipato; che poi abbia tirato fuori di nascosto dalla borsa otto frittelle e un po’ di salame non lo diciamo). Rigorosamente nero ma non per questo colorato. Rigorosamente monotono per certi versi ma non per questo:

indimenticabile.

Che io ami Ombretta non è un mistero ma che io e Ombretta abbiamo un mistero, da adesso,  è una certezza. Basta rimanere sintonizzati ed entro Halloween qualcosa di veramente spettacolare in questi schermi accadrà.










World Vegan Day ? Red Velvet Cupcake Vegani. Ecco


Seguo un’alimentazione vegana ma non mi definisco tale per una serie di ragioni che ho snocciolato piùpiùpiù volte. Tanto da diventare noiosa ma. Confermo che con l’alimentazione vegana la mia vita è cambiata. In meglio ma non ho la necessità di stressare il mondo tutto e gridarlo ai quattro venti.

Sta di fatto che oggi per il World Vegan Day dei Red Velvet Cupcake in tema con l’Halloween appena trascorso, mi sembrano davvero l’ideale-

Continua a leggere

Racconti intorno al Fuoco – La Raccolta e i Video


E’ Mezzanotte. La Porta delle Tenebre si è appena aperta.

(non è vero ma anticipo, così quelli che cadono in catalessi prima della mezzanotte hanno qualche chance in più di essere con noi)

Poche parole. Molti fatti.

Non avevo – né ho – molto tempo ma sono felice di non aver dormito. Ho organizzato Racconti intorno al fuoco come fosse un libro. Ho inserito anche i racconti dello scorso anno e pure qualche pezzo tratto  da robetta mia pubblicata all’interno del blog, anni fa. Risultato? Più di un centinaio di pagine. E mancano  moltissime cose, inciso.

 

Continua a leggere

La Fumettoricetta inedita (non contenuta nel libro) per Halloween: Il Mostro Peperone


Su Colori Vivaci Magazine è uscito ieri un articolo a cura della meravigliosa Samanta Zagaria che parla di me, del libro, dei miei progetti e pasticci con una sensibilità particolare e di questo le sono grata; qualora ti facesse piacere leggere l’articolo basta cliccare qui. Ne approfitto anche per confessare che non ho ancora pubblicato le foto della Presentazione del Libro non perché voglia tenere nascosta la vicenda (anzi! è stato uno dei giorni più belli della mia vita) ma perché attendo fremendo le foto ufficiali realizzate dalla bravissima Romina. Il motivo è solo questo. Anzi, a dirla tutta, habemus addirittura video realizzato dalla Bestiabionda Nazionale e qualora qualche amico lo volesse vedere glielo invierò con molto piacere (non lo pubblicherò quello, ecco). E insomma presto Romina dovrebbe consegnarmi tuttotuttotutto.

Sul mio libro “Le Ricette di Maghetta Streghetta” trovi davvero molte idee per Halloween, oltre ai diversi Menu dedicati a Carnevale, Pasqua e Natale. Colgo anche l’occasione per dirvi (visto che singolarmente- mi piacerebbe ma ahimè non arrivo mai- non posso farcela) che i vincitori della Copia, con eventuale dedica, e del quadretto con illustrazione-foto originale della ricetta contenuta nel libro, si vedranno recapitare il pacchetto la settimana prossima (ricordate la tombola?).

Questo perché sono dovuta andare alla disperata ricerca (non è vero l’ha fatto Santo Seby) di una scatola che potesse contenere sia l’uno che l’altro e che fosse celere-sicuro e veloce. Nulla togliendo alla serietà delle Poste Italiane (risate registrate) ma l’impresa si è rivelata ardua assai. Comunicazione interna sulla spedizione a parte, oggi sono emozionatissima-issima-issima di pubblicare una FumettoRicetta Inedita non uscita sul libro. Alla fine infatti, durante l’organizzazione strutturale di questo, si è deciso di eliminare quattro FumettoRicette. Le ricette all’interno dei Menu originariamente dovevano essere dodici, come tutta la struttura generale del resto, ma per esigenze sacrosante sono state “silurate”; seppur con garbo e amore. Questo per dire insomma che mi piacerebbe pubblicarle qui sul blog nei periodi dedicati.

Continua a leggere

Un’idea estemporanea e velocissima per Halloween? Il Frankenstein Purè


Comincerei con il dire che. Pani ha suonato e scritto questo per me e quindi piangerò fino a Natale. Stop. Non aggiungo altro. Qualcosa sì in realtà Su Facebook, ecco.

Sì dai basta aiutare un attimo le patate lesse con i piselli e le fave frullati con un po’ di maionese aggiungendo pochissimo colorante alimentare verde. Losolosoloso. Si poteva fare con gli spinaci e con tutto di quello che meravigliosamente verde c’è in natura (io che dico “meravigliosamente verde” è preoccupante, vero?). Però l’idea è talmente veloce e divertente che ne vale la pena. Se poi non hai voglia di adoperare il colorante alimentare allora ci si può sempre “accontentare” di un’altra nuance. Che già i piselli e le fave danno “verditudine” abbastanza. E’ una sorta di insalata russa (Frankenstein è teteschen però eh. Ok la smetto). Solo che la patata viene insaporita da piselli e fave (in questo caso ma si può certamente adoperare altro) e resa morbida dalla maionese. Frullatore e via. O schiacciapatate-ciotolina-forchetta, per dire. Mica è necessario che sia sempre tutto elettrico. I capelli olivosi sono perfetti e per bocca un pezzetto di peperone. Ma anche carota. Ma anche quello che si ha in casa.

Continua a leggere

Il Mag_azine Speciale per Halloween


Il Mag_azine , dopo un periodo di prove e rodaggio, diventerà dal 2014 a tutti gli effetti una Rivista Mensile disponibile su Issu. Naturalmente non posso (e voglio) realizzarla in solitudine. Vorrei diventasse, come ho già esternato più volte  una realtà di tutto quello che NOI e non IO siamo diventati. Con un free press nel tempo si possono sviluppare centinaia se non migliaia ( ma miliardi, va) di progetti e l’intenzione senza girarci troppo intorno è esattamente quella. Perché il regalo più bello che abbia mai ricevuto in tutta la mia vita- e me lo avete fatto voi- non l’ho dimenticato. E’ qui  che riempie il vuoto nel mio cuore.  E lo tengo stretto.

E’ un sogno. Già diventato in  parte realtà . Ma  ne manca giusto qualche pezzetto da incastrare ed è fatta.

Ho  già tutti i pezzi del puzzle mancanti in mano. Alcuni li avete voi e chi ne ha voglia:  Aspetto.

Questo numero Speciale di Halloween raccoglie in formato pdf un po’ di idee, soprattutto degli scorsi anni ( li ho blaterai anche nel delirante video che incollo sotto giusto per farvi salireilpranzoingola- è sempre Halloween del resto! schifezze a me! ) ed è stato TOTALMENTE realizzato da Cri, Bibikitchen, che sa sempre come stupirmi e lanciarmi in faccia tasselli mancanti. Per avvolgermi. Proteggermi e Amarmi come raramente mai mi è accaduto. Quindi assolutamente un grazie infinito a Cri ( ed Ale , sorellabellissima, che ci supporta psicologicamente facendo mantra e respirando dal naso. TIAMO!).

Il Numero Speciale Halloween del Mag_azine

Per vederlo su Issuu clicca qui.

( Per Natale? grandi cose ! Direi enooooooooooooooooooooooorrrrrrrrrmi. Se hai voglia di partecipare fai un fischio. E conta che io e Cri non sappiamo fischiare. Canta bodublì dei Minion che fai prima, va)

( A me non resta che organizzare Racconti intorno al fuoco, mettere altri 23 video che non ho avuto il tempo. Montarne altri 23 che pare brutto mettere a Novembre teste sgozzate. Scriverne uno io di Racconto*risata isterica* NON L’HO FATTTOOOOOOOOOOOOOOOOOO. E. E io noncelastofacendo. Anche stanotte: caffè e stuzzicadenti per occhi. 118 NUNTETEMO!) 

Jack-o’-lantern Salad – L’insalata di Halloween



E manca poco a questo Halloween, va. Confesso di essere più nel modo cuoricino – festa ringraziamento – gnomi e renne. Ieri mentre sistemavo per categoria le formine dei biscotti (è normale, no?) e cercavo il gatto arruffato per la notte del 31, visto che poi non sono mai arrivata a farlo tutto nero con gli occhi verdi in onore di Hocus Pocus,  mi sono passati tra le mani nell’ordine:

Un omino con cappello e slitta. Un tenero orsacchiotto con cappello babbonataloso. Un cervo enorme comprato all’Ikea lo scorso anno che avevo dimenticato. Una varietà di stelle da fare rabbrividire tutto l’emisfero celeste. E le stalattiti. Pure le stalattiti, ho. Mi ripetevo incredula con un gatto arruffato in mano e la voglia di fare omino con cappello e slitta.

Perché l’anno scorso è stato impossibile “festeggiare” Halloween e commemorare Agata e. Ma una sorta di angoscia e paura mi pervade come mai è accaduto prima. E’ come se volessi che arrivasse in fretta e sempre così andasse via.

In fretta.

Come a togliersi il dente. E poi partire con luci, alberelli e risate di omini biscotti. Ridono, no? Ridono forte anche loro mentre tirano quei giocattolini di legno che strisciano sulla neve, vero?

Continua a leggere