Dottoressa Gattosa Piola le conferiamo la laurea in Lingua Gattofilaconigliosacognatosa con Lode e Ode


Non che io badi continuamente alle coincidenze ma quante probabilità aveva un’ailurofobica cronica di trovare come fidanzato un gattofilo convinto, una cognata gattofilaancorpiùdelgattofiloconvintofratello e una di loro genitrice possedere come cognome*tadan rullo di tamburi* proprio Gatto? Il fatto poi che io sia anche ipocondriaca oltre che ailurofobica e che la suocera sia la Dottoressa Suocera Gatto fa sì che io.

Insomma. Passi per il dodici dodici alle dodici, dodicesima nipote, somma del nome e cognome, dei nomi dei miei genitori e che Bianconiglio/dodici lettere ma. Santa pazienza potrei andare in loop continuo. Un’altra?  il loro Gatto si chiama Yuki che significa Neve in Giapponese e Neve era il nome del mio coniglio mortoammazzatodanonnainagrodolce. Ditemi che non sto impazzendo.

Semplicemente quindi mentitemi.

Piola è l’antiailurobismo per eccellenza. Possiede tutto in fomato gattoso. Dal pettine, alla borsa, scarpe, pigiama. Immaginarci insieme tra conigliate e gattosità ha un non so che di inquietante senza nonsoche  me ne rendo conto ma Piola è.

Piola altri non è che La Socia. Un’associazione (Le Socie – Socia Piola/Socia Iaia s.r.i. Società a rischio neuronale illimitato) a delinquere volta a rovinare la vita al Nippotorinese rivolgendo lui parole infide e malvagie. Si  ha avuto modo di apprezzare la sottile perfidia di quella che all’apparenza è un pasticcino pasticcinoso e urge ricordare che cotanta meraviglia è dalla nostra parte ( mi piace pensare che ci sia un’organizzazione contro il Pelato, sì. E’ una certezza seppur inesistente che mi provoca bene fisico). All‘intellettualnippo piace pensare altresì  che lo faccia solo perchè teme la schizofrenia della stramba cognata sicula. E non lo escluderei ma. Insomma: ella è dalla parte dei conigli. Vestita da gatto, però.

Eroica e stoica si è immolata alla vergogna pubblica di avermi in famiglia; ringraziando il cielo che 1.400 chilometri dividessero le nostre vite  ma sono dettagli (Piola se non smentisci ovviamente mi ritroverò costretta a piangere da adesso fino a Novembre 2087. Ed ammazzare tutti i gatti del mondo). Adesso che abbiamo portato a casa il massimo dei voti ( ovviamente mi piace prendermi dei meriti che non ho ) anche nella laurea specialistica possiamo finalmente dedicarci a quello che è il nostro sogno: impossessarci della Fabbrica di Cioccolato e spedire Wonka ad accudire conigli e gatti, arruolare 212313213123 Umpa Lumpa che somiglino meno a Renato Zero ed a mia mamma( per La proprità transitiva se mia mamma somiglia agli Umpa Lumpa allora Renato Zero somiglia a mamma? o proporizione mamma: renato zero=umpa lumpa: .IBER DOVE SEI?). Vivere tra cascate di cioccolato e Montagne di zucchero filato. Non pretendiamo moltissimo del resto. Il Gikitchen nasce dopo Lesocie.com. Dominio acquistato anni or sono con l’intenzione di un progetto culinario insieme che unisse quest’asse di dolorelontananzafornelloso Catania-Torino ( dolore per me. Liberazione per lei). Chiaramente avendo impegni diversi ( io pulire orecchie di coniglio. Lei prendere otto lauree, quattro specializzazioni, vincere il Nobel e salvare il mondo ) si è dovuto rinunciare al progetto. Adesso possiamo tranquillamente invadere il mondo sfornando roba e facendo morire soffocato questo tizio che dobbiamo sopportarci. Solo che a te è capitato ed io me lo sono scelta. E’ inutile ribadire che in questa società i neuroni non sono distribuiti equamente. Riformulo: i neuroni sono distribuiti ma da una parte soltanto.

Piola è il mio primo tuffo e il mio primo giro in pedalò con il fisheye. Di lei ricorderò sempre questo. Quando un nanopelatomezzosiculopiemontese mi chiederà “ma la zia?”. Dirò che è stata il mio primo tuffo e il mio primo giro in pedalò con il fisheye.

Non che io badi continuamente alle coincidenze ma quante probabilità c’erano di prendere una P al quadrato in versione maschile, femminile (L’uno pelato e l’altra stupefacentemente capellosa. Inciso: i più bei capelli mai visti. Destino beffardo) fastidiosamente meravigliosi? Essere razionali e mentimatematicheserieeprecise che si immolano giornalmente all’azzeramento del reale per chiedermi senza falsa preoccupazione: Iaia come sta il tuo nano da Giardino? Passata la febbre? E Chef Pony è ancora nel gazebo o al Rave dei Conigli?

[comunicazione di Servizio per la Signorina Piece of Star. Se a P al quadrato hai Pensato P al cubo e di conseguenze a streghe giuro che la mia ira si abbatterà contro di te. Nulla c'entra il fatto che qui ti si ami. dlin dlon. fine comunicazione]

Non festeggiare la laurea ieri con le P al quadrato, Dottoressa Suocera e Ingegner Suocero in quel di Torino, che  è mia e solo mia, è stato un colpo durissimo  incassato mentre fissavo il dolcetto di Montersino in allegato email con lacrimuccia annessa. Poi ho Pensato che in fondo mi ero risparmiata Yuki;  mi avrebbe soffiato in faccia, attentato alla mia polpadicosciottoinagrodolce e fatto le fusa per poi cavarmi gli occhi con i suoi ferocissimi artigli. E sono stata meglio. Riformulo: me la sono raccontata meglio affinchè il nulla cosmico non mi assalisse e divorasse. Yuki come catalizzatore.

Questo per dire che qui la Banda dei conigli è in festa e si attendono tuffi e fisheye come non ci fosse un domani. Il fatto che già progettiamo al telefono una trasferta in quel di Trinacria per una full immersion tra i fornelli mi rende folle di gioia. Chiuse in cucina tra Bimby, fornelli, orecchie da coniglio e magliette gattose a preparare e sfornare miriadi di roba per accumulare montagne di Cake Pops da far ingerire a quel maledetto che non ingrassa mai. Beh. FISSIAMO la data ADESSOSUBITO!

Adesso cosa c’entri adesso l’insalata Polacca proprio non lo so, Piola.

Ma so per certo che  da quando faccio parte della tua famiglia  non sono più ailurofobica in maniera preoccupante ( giusto un tantinello) . Non sono più ipocondriaca ( non è vero ma fingo meglio) e ho meno paura del verde ( avendo  giusto due luci abbaglianti puntati contro giornalmente. Gli occhi di quello scemo di tuo fratello, sì) . Da quando faccio parte di voi non sono solo sud ma anche un po’ nord. Non sono convinta più che ci siano delle differenze abissali e che la diversità crei distanza. Da quando faccio parte di voi io sono più. Io. Io senza paura.

L’insalata Polacca come altre 1428420482093482490 ricette arretrate ( soltanto sì) da il via allo “smaltimento veloce ricettoso” perchè la situazione sta diventando seriamente imbarazzante (Non che fino adesso sia stata diversamente diversa dall’imbarazzante ma quando si tratta di questa accezione riesco a dare davvero il meglio) e noi dobbiamo :

1) Costruire la Fabbrica di Cioccolato.

2) Cucinare e fare trenini di roba quindi smaltire tutta la roba precedente per pubblicarepubblicarepubblicare ( I trenini fanno parte di un messaggio in codice.  La Dottoressa Suocera che spero non ci legga prima o poi mi farà giustamente deragliare verso un reparto psichiatrico)

3) Amarci lisciandoci i capelli sopra una poltrona rosa.

Sul punto 4 (Rovinare la vita al fratellofidanzato in maniera costante mettendo tutto l’impegno possibile) siamo talmente brave che non occorre neanche sottolinearlo.

Ma è sul punto cinque che ti volevo. Che chiameremo punto sei che è la metà di dodici e il cinque lo saltiamo perchè odio il cinque. Avere due polig_ianduiotti_lotti in casa adesso,  fa sì che io possa finalmente conoscere la risposta alla domanda:

Il Gatto fa Miao ma il coniglio ?

Lascia perdere il Coccodrillo. Ma il coniglio come fa?

Inciso: Sono un po’ indietro ( un coro di “ma noooooooonceneravamoaccorti!”) con commenti, email, segnali di fumo, piccioni viaggiatori, sms, lettere, telegrammi, richieste di amicizia su facebook che non posso accettare, richieste di collaborazioni che posso accettare e che non posso, interviste che chiaramente sonounoscherzoperchènoncipossocrederefinitelaocchei, e . Sono giusto un po’ indietro. Sarà che sono una e che i miei coniglinanidanbofrizzilazzi non mi aiuttano per nulla. Sarà eh. Perchè so benissimo di non essere “una”  mentalmente ma una comitiva di pazzi ognuna con personalità indefinite ma fisicamente giuro. Una.

E non è un inciso per dire: sono pheega e ho tanti impegni quindi mettetevi in coda e si fa come dico io. Frega niente degli altri. E’ semplicemente un messaggio per gli amici  che al momento sono un po’ messi da parte e solo il cielo sa quanto io ne sia dispiaciuta. Promettendo a me stessa di non dover dire sempre sì. A discapito di : una sana scossa ai pesci rossi e una bella videochattata cumulativa al grido di pipparsugo. Per questo motivo Cey sto correndo a leggere la tua mail, sì.