Skip to content

Su Youtube lo chiamano “Home Tour” ma io ti porto in qualche angolo. Con giusti confini ma senza barriere. Lo studio.


La Luce cancella non illumina soltanto.

Con spilli in testa e cuore fisso i malfunzionamenti.

Sei lì. Solo tu.
Papà. Cucca Grande!!!!! Cucca=acqua. Cucca grande=mare.
Una sposa cadavere che non c’è più. Senza te e l’altare.

Kodama che mi proteggono dai boschi di dolore.

Natale con chiodi negli occhi. Niente più eroi e solo tanti occhi a giudicarmi.
Un cane morto come amico e amici vecchi e nuovi da cui guardarsi.

Una Tomba per le Lucciole e per il mio cuore.
Ti ritroverò nel cielo.

Diventerai dragone dopo carpa. Non ci lasceremo mai più.
Tra sirene come ultima cosa disegnata insieme.

Non sono le tue lacrime la pioggia. Ma gli scrosci dell’acqua che fai sulla barca lassù.

Come Yubaba governerò un bagno di mostri e ci saranno ascensori dove nascondersi e Fabbriche di Cioccolato dove saziarsi.
Guardandomi da quella tenda. Da quei coltelli. Quando le finestre saranno aperte. E i travestimenti in atto.

Scoprirò i segreti. Del Nano e di Bob. Della Signora col ceppo. E di dove sei. Finito.


Come parenti appesi i miei unici amici. Con la loro vita. E storia.

E.
E quando il buio entrerà. Forte e più accecante della luce.
Ci sarà sempre quel fiore.

E quel tocco di colore in tutto sei sempre stato, sei e sarai solo tu. Nella tomba che ho costruito per il mio cuore. Ma mai per il tuo ricordo.

Avverrà tutto qui. Tra le onde del mare mentre da lontano ti grido:

Papà.

Cucca.

Grande.

Il mio mare sei tu.

E tu mi guarderai dicendomi “Brava amore mio. Sono l’uomo più fortunato di tutti i mondi”.

 

39 Comments »

  1. In un abisso nero come la notte, riposa la strega dagli occhi di murena. La grotta di spugne e coralli solo pochi l’hanno visita e ne sono usciti lieti. La sirena Knzbrg ha superato le prove, ha pagato un degno tributo e ora la strega ha un nuovo potente gingillo. Al suo collo pende un occhio che mostra il mondo di sopra. L’occhio è malvagio e potente e solo la strega può domarlo. Negli abissi d’inchiostro di seppia, oltre labbra di rosso corallo, murene guizzano oltre l’ingresso e anemoni urticanti decorano il corridoio che porta al trono della strega del mare. Sventurato, è meglio ascoltare le sirene che andarla a cercare. (Non so perché/come mi è venuta questa storia nera, però è qui per te.)

  2. Bellissimo lo studio, i disegni e l’arredo… Luce, pace per i sensi, accogliente… Lo vorrei così dove rifugiarmi e star da sola immaginando il candido abbraccio di chi ormai non c’è più.
    Sei un talento e hai un modo di scrivere travolgente. ❤ Lacrimuccia leggendo il post .

  3. Ho le lacrime agli occhi, per la prima volta sento di scrivere in un blog.
    Vorrei poter entrare in quel luogo magico
    con tutti quegli amici che, anche io , conosco uno per uno e da una vita mi fanno compagnia.
    Ma la cosa che vorrei di piu è abbracciarti forte e toglierti un po’ di quel dolore…
    Piango perchè io sarei terrorizzata ad affrontare una perdita simile e stimo te e la tua forza.
    Grande piccola Iaia, sei un esempio…
    Coraggio sempre!
    ❤ ❤ ❤

Dimmene 4 ! ( ma anche 12)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...