Skip to content

Dieci Anni con me (in un manicomio mentale)


Vi ricordate l’anno scorso? (eloscorsoscorsoscorsoscorsoscorsoscorsoscorso ancora?)

Ogni anno il 22 Luglio ringrazio sempre e scrivo due righe; che mai bastano nell’esplosione di gioia. E’ il BlogCompleanno del resto. Quest’anno, il più difficile non solo di questi ma di tutta la mia vita silosooralasmettook, mi è saltato di mente. Me ne sono ricordata mentre ringraziavo per i 50.000 su Facebook che comunque mi lasciano sempre allibita ed è come fosse la prima volta. In un costante per sempre.

Era il 22 Luglio 2004 e Splinder era un’innovazione comunicativa pazzesca. Pesavo 140 chili. Non avevo ancora visto il Nippotorinese. Ne ero già follemente innamorata ma avevo paura di incontrarlo. Lui era un promettente ragazzo che viaggiava per il mondo. Era magro. Era normale. Era speciale.

Mi ha detto che dovevo avere fiducia nelle mie capacità e che non dovevo basare tutta la mia esistenza sull’aspetto fisico. Mi ha detto che ero speciale, vincente e bella. Dentro e fuori.

Mi ha detto che dovevo amarmi.

E da quando ho aperto questo Blog per dieci lunghissimi anni, nonostante ancora non ci sia propriamente riuscita, beh. Non ho mai smesso di crederci, provarci, desiderarlo e quasi realizzarlo. E tutto questo lo devo solo ed esclusivamente sì a me d’accordo ma non è vero.

A Pier.

Sul mio vecchio blog, al momento offline, www. maghettablog.splinder.com il 22 Luglio del 2004 c’era scritto questo. Il mio primo post in rete.

La mollettina per i capelli preferita nelle ultime settimane era stata l’unica compagna dei suoi capelli sciolti e disperati. Nessuno li ha accarezzati tranne lei. Due settimane che non vede il sole, ma e’ anche passato piu’ tempo.

Gliela aveva portata mamma per legare un po’ di quel dolore. Li ha legati mentendo a se stessa; come se bastasse e compensasse quelle carezze mancate. Nel letto buio la mamma e’ entrata improvvisamente arrabbiata, ha aperto le finestre urlando quel “basta!” che ferisce ed il sole e’ entrato.
Quella mollettina che lei pensava da due settimane essere con riflessi neri improvvisamente assume dei colori blu notte. Le lacrime scendono e capisce che al buio non vede bene la realtà. Che sono tutte bugie, e che un po’ di sole in effetti non le farebbe proprio male.

24 Comments »

  1. rileggere quelle parole mi commuove sempre, come 10 anni fa. (no ora di più perché sono più vecchia e più piagnona)
    a chent’annos

  2. ❤ io ho iniziato a leggerti qualche mese dopo, giovine neolaureata senza lavoro 😀
    Quante cose sono cambiate…tu resti, diversa e bellissima, dentro e fuori.

    • aheccochepiangolosapevo.

      non so con che coraggio sei rimasta.
      ma so che sono fortunata.
      MOLTISSIMO.
      Sei speciale per me Paola.
      TANTO.

      grazie di tutto.

  3. Scoprire questo angolo meraviglioso e incontrare te… Non immagini quanto tutto ciò abbia arricchito e arricchisca la mia vita. Grazie Iaia e buon compleblog! ❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤

    • Lucicosiperononsmettodipiangere.
      Perdonami leggo adesso.

      Non riesco ad immaginare come.
      sei rimasta nonostante tutte le mie mancanze e assenze.
      sei incredibile
      un angelo proprio
      ❤ ti voglio bene
      grazie infinite . A te. A frugoletto. all ingegneriminese.
      per tutto e di tutto
      e datemiifazzolettibastaaaaaaaaaaa

  4. Sei l’unica e sola Maghetta Streghetta Iaia Grazia Giulia Guardo che io conosca…tutte le altre son nessuna..! Tanti auguroni per tutti i tuoi traguardi raggiunti e per quelli da raggiungere. Un bacione, Ale.

  5. Non ho condiviso un viaggio molto lungo con te, sono solo pochi anni ma… che bello è stato! 10, tra due anni si arriva a 12, e poi chissà cosa riserverà il nostro futuro! Sono comunque felice di averti letto dal momento che ti ho letto. Auguri 🙂

  6. sono sul trenino di Iaia da pochi anni, ma che begli anni che sono stati.

    Pier ha detto veramente qualcosa di bello, mi son venute le lacrime a leggere quelle parole, perché sono parole che solo da poco mi dico davanti allo specchio.

    Pochi anni ma è come se ti amassi da sempre. (e quel post l’ho letto, perché per tutte le persone che meritavano andavo a leggere sempre i primi post andando avanti fino ai post nuovi ❤ )

    e ti amerò per sempre folle sognatrice :*

Dimmene 4 ! ( ma anche 12)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...