Skip to content

Pasta Ripiena a tema Halloween? Sì!



No ma seriamente pensavamo di potercela evitare la Pasta fatta in casa per Halloween? Proprio ora che è arrivato il Bimby nuovo tutto iper multi touch chenoncihocapitoniente? Quando la faccio mi riprometto di eseguirla ogni giorno come un rituale. Me ne convinco a tal punto che quasi voglio aprire un pastificio perché “tantochecivuole?”. Come quando accade con il pane, insomma (pure un panificio, sì). “Da oggi la faccio solo io! Ci vogliono tre minuti! ” e via di  frasi sconclusionate su questa preoccupante scia. Un po’ come è accaduto con la Yoda Pasta al Matcha e liquirizia per Ricette Stellari ovvero a Tavola con Star Wars. Mi ricordo proprio. Seria in cucina a dire: “Ma che spettacolo! Da oggi sempre pasta fresca fatta in casa di tutte le forme”. Poi da allora: mai più.

Era Febbraio. Nessuno mi dica che sono passate più di tre settimane da allora perché le ho percepite in tal modo.

Il nero di seppia per i pipistrelli e la carota come la zucca stessa per colorare di arancione. Spinaci e barbabietole saranno fidi alleati altrettanto utili; e tutto quello che vi passa per la mente nel mondo vegetale che è poi la tavolozza dei colori a nostra disposizione. Se l’idea che vi passa per la mente  all’improvviso si traduce in: “non è così malvagio il teschio con due buchi per occhi” dite a quell’idea che invece di passare incautamente nella vostra mente è meglio che vada a farsi  uno spritz con gli amici dell’Iperuranio. Il ripieno (come anche nel pipistrello nel caso della mia miniminiminiformina) è esageratamente esiguo. Fantasmini e Zucche nella pole position dei formati riuscitissimi. Coreograficamente accattivanti sì, ma le forme troppo complesse poi in cottura tendono a diventare adorabili ammassi informi pappettosi che somigliano agli skifidol delle patatine anni ottanta (e anche qui nessuno mi faccia notare che siano passati più di dieci anni, grazie).

Ripieno di zucca, di carne, di ricotta e verdure sino ad arrivare a elaborazioni vegetariane con il seitan e il tofu. Largo spazio alla folle fantasia. Lo stacco cromatico è da tenere in considerazione per un’ottima riuscita visiva che, è meglio ribadire, deve comunque essere declinata in chiave horror. Esterno arancione con ripieno verde? Fantastico. Allo stesso modo dell’esterno nero con ripieno arancione e bianco per il Fantasmino con un cuore voluttuoso e corposo all’interno. Rosso di Barbabietole e Cumino? Mi piace! Fatemi sapere tutto sulla vostra Pasta di Halloween qualora vi dilettaste anche voi.

Nessuno mi faccia notare che mancano sei giorni e che non ho ancora il Menu del Party (ma voi a che punto siete?).

  • Se hai deciso di farne una e vuoi farmela vedere ti prego non taggarmi perché mi perdo tra le notifiche. Usa l’hashtag #halloweenconmaghetta oppure #halloweenwithmaghetta (mi spiace sempre tantissimo non potervi parlare, ringraziare e vedere le vostre meraviglie. A mie spese ho imparato dopo anni che l’hashtag è l’unica soluzione. L’hashtag ci salverà!)

6 Comments »

  1. ma poi che ce frega del ripieno se si possono mangiare gli occhi dai *_*
    (fare il ripieno solo negli occhi? tutto molliccio e cicciottoso che schizza fuori non appena lo pungi con la forchetta? oh che immagini tenere!)

Dimmene 4 ! ( ma anche 12)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...