Skip to content

Tartine al Salmone con crema di Avocado, Panna e Wasabi


Si vabbè non è che qualcuno stava aspettando me per fare delle semplicissime tartine. E fin qui, tutti d’accordo. La Canalis con il petto di pollo arrostito rimane imbattuta nella sua incredibile genialità. Giusto però ricordare quanto sia importante l’Avocado (ne ho parlato qui su RunLovers qualora ti facesse piacere approfondire l’argomento) nella dieta giornaliera, oltre a essere tra le cose più buone e versatili in cucina. Che ne sia drogata da anni -dopo il primo odio infinito insieme allo zenzero che è diventato fondamentale- non è un segreto per nessuno ormai. E che lo metta praticamente ovunque, neanche. Una crema deliziosa si può ottenere semplicemente frullandolo con qualche goccia di limone ma per creare una vera e propria mousse si può arricchire con panna (anche vegetale). Il tocco orientale e chic se vogliamo? Wasabi, che sia polvere o crema poco importa. I semi faranno il resto creando connubi interessanti e conferendo croccantezza. L’idea di inserire l’alga nori a pezzetti abbinata al sesamo rimane tra le prime da prendere in considerazione.

Cosa occorre?

  • 1 Avocado maturo
  • 1 cucchiaino di wasabi in crema (va bene anche in polvere)
  • succo di mezzo limone
  • 5-6 cucchiai generosi di panna fresca
  • Pane di segale, pan carrè, salatini, pane del tipo che si preferisce
  • Semi di canapa, semi di chia, semi di lino, rosmarino fresco, erbette aromatiche
  • Salmone affumicato

Un’idea veloce e salutare per un Natale fatto di gusto sì ma anche di leggerezza all’insegna sempre del cibo sano. Una crema del genere si potrebbe pure sposare bene con il Salmone indiano allo yogurt (ne ho parlato qui); altra valida alternativa a un piatto leggero di origine indiana che durante queste feste potrebbe tornarci davvero utile. Idea semplice quanto coreografica per una botta di omega 3 sotto le luci sfavillanti del Natale (poi tutti verso il cesto di frutta secca a sfondarsi di noci. Che per caso si vede sono drogata pure di quello? A proposito: provato mai a frullare l’avocado con le noci? E con le mandorle? Uhm. Devi!). Versioni con il pesce spada affumicato -ma anche tonno- senza contare che tutto può essere frullato insieme. Una sorta di (orrendo) Spuntì – in memoria degli anni 80 più sfrenati- ma fatto con ingredienti che fanno la differenza. Scegliendo il meglio, come sempre.

Sulle tartine, se ci penso, ho tanti ricordi. Sanno sempre di festa liceale. O di semplice festa e basta. Quando si ha un tavolo imbandito e l’ultima cosa da pensare -onestamente- sarebbe proprio quella di stuzzicare l’appetito con un “piccolo antipasto” (di 23 portate). Eppure senza le tartine manca sempre qualcosa. Si possono fare composizioni coreografiche incredibili e panettoni gastronomici alti quanto i grattacieli di Dubai. Composizioni cromatiche e quant’altro ma.
Ma la tartina casalinga. Quella vera e sincera senza pretese. Ha quel quid che non si dimentica e sa di verità e casa. Magari un tocco glam in più e il giusto connubio è trovato, no?

E a te? La tua tartina preferita qual è? Ti stupirò dicendoti che nella mia vita precedente era senza ombra di dubbio quella così composta: pan carrè della peggiore marca industriale (non ti rinnego e ti continuo ad amare!), burro, caviale e limone. Uhm. Confesso che ne facevo fuori decine decine e decine.

Altre ricette con l’Avocado?

(e sono solo alcune. No, dai. Non ho un problema con l’avocado. NO!)

8 Comments »

  1. da me, no tartina al salmone, no party, giusto per restare in tema anni 80!
    questa versione la devo provare
    mi piace passare di qui e leggerti, sei parte della mia quotidianità 🙂

  2. mi sto ricordando oscuri pomeriggi con il vulevùpatè.

    e il salmone affumicato. sulle tartine ma anche rubato dalle tartine. me lo sarei infilato anche nelle tasche.

  3. Avocado che amore, non è molto che l’ho scoperto, ma ora non riesco più a farne a meno, quando non lo trovo dal fruttivendolo. . . Mmmhh che nervoso

Dimmene 4 ! ( ma anche 12)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...